MERINGA INCONTRA LIMONE – Lemon Meringue Pie

    L’aspro limone incontrò la dolce meringa. Aiutami disse, tutti storcono la bocca e fanno strane smorfie quando mi incontrano. Lei lo guardò e rispose, abbracciamoci allora e stiamo insieme.. sono troppo dolce per stare da sola!

    INGREDIENTI

    PER LA PASTA FROLLA:
    200 gr di burro
    145 gr zucchero
    3 tuorli grandi (circa 60 gr)
    3200 gr farina 00
    scorza di limone
    pizzico di sale

    PER IL LEMON CURD:
    80 gr succo di limone
    100 gr burro
    2 uova intere
    1 tuorlo
    150 gr zucchero
    3 gr colla di pesce
    scorza di mezzo limone

    PER LA MERINGA ITALIANA:
    105 gr albume
    40 gr zucchero
    170 gr zucchero
    40 gr acqua
    pizzico di sale

    PROCEDIMENTO:
    Iniziate preparando la pasta frolla.
    Lavorate il burro tagliato a cubetti, aggiungere un pizzico di sale, zucchero e la scorza grattugiata di un limone.
    Fate attenzione a non lavorare troppo il burro, il composto deve risultare liscio ma mantenere la consistenza.
    Aggiungete all’impasto ottenuto i tuorli, uno per volta, continuando a mescolare. A questo punto unite la farina e impastate fino ad ottenere la classica consistenza frolla.
    Togliete la frolla dalla planetaria e lavoratela velocemente per pochi istanti formando un panetto regolare.
    Avvolgetelo nella pellicola e mettete in frigo a riposare almeno 30/40 minuti.
    Mentre la frolla riposa in frigo iniziate a preparare il lemon curd. Mettete a bagno in acqua fredda la colla di pesce.
    In un pentolino mettete burro, succo e scorza di limone e riscaldate sul fornello fino a sciogliere il tutto, ma senza far bollire.
    A parte montate leggermente con una frusta le uova, il tuorlo e lo zucchero.
    Unite alle uova montate con lo zucchero il composto ancora caldo di limone e burro e amalgamate bene il tutto.
    Versate il composto in una casseruola a fondo spesso e mettere sul fornello. Cuocete la crema e lasciate bollire per un paio di minuti continuando a mescolare bene.
    Unire ora la colla di pesce, precedentemente ammorbidita, strizzarla dall’acqua in eccesso. Mescolare energicamente fino al completo scioglimento della gelatina.
    Versate la crema in una pirofila pulita, coprite con pellicola a contatto e lasciare raffreddare completamente in frigo fino a che si addenserà.
    Dopo che la pasta frolla avrà riposato il tempo necessario in frigorifero, lavoratela leggermente qualche minuto fino a farla tornare elastica.
    Stendete la frolla di uno spessore di circa 5 mm e foderate gli stampini da crostatina (con la dose indicata serviranno 8 stampi diametro 10 cm) da crostatina, precedentemente imburrati e infarinati.
    Bucate con una forchetta la base di frolla e cuocere “in bianco” (coprendo con carta forno e riempiendo le crostatine con fagioli secchi o riso) in forno statico a 180°C per circa 15 minuti.
    A questo punto eliminate fagioli o riso e cuocere ancora qualche minuto fino a che le basi saranno belle dorate.
    Lasciare raffreddare 5/10 minuti almeno prima di sformare le vostre tartellette di frolla.
    E’ giunto il momento di preparare la meringa italiana.
    Mettete a montare in planetaria gli albumi a temperatura ambiente con i 40 g di zucchero e un pizzico di sale, nel frattempo in un pentolino mettete il restante zucchero con l’acqua e portate all’ebollizione senza mai mescolare. Spegnere la fiamma quando lo sciroppo avrà raggiunto i 121°C.
    Se non avete il termometro contate 2 minuti dal bollore, quando le bolle diventano grosse e resistenti avete ottenuto la consistenza giusta.
    Versate il composto bollente a filo nella planetaria continuando a mescolare. Continuare a montare il tutto in planetaria per 8/10 minuti fino a che il composto si raffredderà e diventerà tiepido.
    Ora che tutte le preparazioni di base sono pronte iniziate a farcire le vostre crostatine con la crema al limone coprendo bene tutta la superficie.
    Con l’aiuto di un Sac a poche coprite la crema al limone con ciuffetti di meringa italiana. Se non avete il cannello per flambare la superficie della meringa potete gustarle lo stesso senza problemi.
    Far riposare in frigo almeno un paio di ore prima di servire.

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *